Natura

La tenuta che cinge il Borgo è coperta da boschi di lecci e rovere che si estendono per 125 ettari e comprende alcune tartufaie dalla superficie totale di 10 ettari e campi seminativi per 60 ettari. Circa tremila piante compongono l’Uliveto caratterizzato da varietà di leccino, correggiolo, moraiolo e pendolino.
Oltre al Borgo principale, elegantemente restaurato, si possono ancora ammirare i due casali dismessi Le Petricce e Galleta. Lungo la fitta rete di sentieri, che si snoda tra campi, boschi e uliveti centenari, è possibile fare passeggiate ed escursioni in bicicletta o a cavallo.

Il lago artificiale, nato per volontà di Ranieri Apollonj Ghetti nel 1972, si offre come suggestiva meta per un esclusivo picnic.

La bellezza dei campi adiacenti al lago ha ispirato il regista hollywoodiano Michael Hoffmann, che ha scelto di ambientarvi alcune scene del suo A Midsummer Night’s Dream (Sogno di una notte di mezza estate, 1999), interpretato da Michelle Pfeiffer e Rupert Everett.
L’alternarsi di i boschi rigogliosi e aree coltivate impreziosisce la vista panoramica dal Borgo e testimonia l’armonico equilibrio tra l’intervento umano e la Natura.

Sant’Ambrogio si trova all’interno di una Riserva naturale eccezionale per estensione e per incontaminata bellezza. Ottocento ettari di verde in cui la quiete si alterna al piacevole suono di acque correnti ed al canto degli animali stanziali.
I due torrenti Trove e Tuoma, che delimitano la proprietà rispettivamente a Nord e a Sud, formano in alcuni tratti piccole cascate che danno vita a incantevoli giochi di luce.

L’area è riconosciuta come Riserva faunistico venatoria. Questo da una parte garantisce ai nostri ospiti un’esperienza esclusiva e riservata; dall’altra permette di ammirare indisturbati la ricca fauna locale. Passeggiando tra i campi al tramonto è facile incontrare caprioli e fagiani; la sera, non è raro imbattersi in lepri, gufi, istrici e tassi lungo il sentiero che porta al casale.